Studio di fattibilità sugli esami FPS online

Durante la crisi del coronavirus è emerso l’auspicio di poter svolgere gli esami della formazione professionale superiore online in forma decentralizzata. Attualmente, i regolamenti d’esame non consentono di farlo. Lo studio intende valutare le condizioni quadro giuridiche per svolgere gli esami in questa forma e la fattibilità sul piano tecnico. La parte operativa sarà testata tramite un progetto pilota nel settore ICT.

A causa del coronavirus e delle prescrizioni igienico-sanitarie dell’UFSP molti esami di professione ed esami professionali superiori sono stati rimandati alla seconda metà del 2020 o addirittura al 2021. Lo spostamento e in alcuni casi l’annullamento degli esami ha provocato non pochi problemi agli organi responsabili e ha generato costi elevati, penalizzando in molti settori il potenziamento della manodopera qualificata. Al momento non è dato sapere quando finirà la crisi né quando sarà possibile svolgere nuovamente gli esami scritti. Secondo gli esperti non si possono escludere nuove ondate pandemiche. Il sistema della formazione professionale e degli esami federali potrebbe quindi trovarsi di fronte agli stessi problemi. Negli ultimi mesi la maggior parte degli impiegati ha lavorato da casa potendo contare su reti e supporti tecnici funzionanti, mentre il collegamento tra collaboratori, docenti e operatori della formazione ha permesso di garantire la preparazione agli esami in modalità decentralizzata. Inoltre, in alcuni campi professionali ci sarebbero già i requisiti tecnici per svolgere gli esami interamente online, come nel caso del settore ICT, rappresentato dall’associazione ICT Formazione professionale Svizzera. Tuttavia, attualmente i regolamenti degli esami non consentono lo svolgimento di questo tipo di prove.

Scopo del progetto

Lo scopo è permettere che gli esami federali della formazione professionale superiore (FPS) possano svolgersi anche online. In particolare, è importante che possano svolgersi ogni anno per soddisfare il fabbisogno di manodopera qualificata proveniente dal mondo dell’economia. La possibilità di organizzarli online va incontro spinta verso una sempre maggiore digitalizzazione che viene dal settore della formazione e della formazione continua. Gli organi responsabili devono potersi muovere in un contesto normativo chiaro e ben definito, che consenta di scegliere tipologie d’esame alternative in casi eccezionali e di applicare una regolamentazione speciale.

Organismo responsabile

ICT Formazione professionale Svizzera

Contatti

ICT Formazione professionale Svizzera
Dietmar Eglseder
+41 58 360 55 56
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Inoltre, occorre adottare misure univoche che consentano di adottare nella maniera più rapida e semplice possibile le disposizioni necessarie per svolgere gli esami online. Si tratta di una strategia chiara e trasparente con un grande valore aggiunto sia per i candidati che per gli organi responsabili e gli operatori della formazione e permette di risparmiare sui costi, soprattutto alla luce della carenza di personale qualificato che affligge molti settori e che deve essere affrontata in modo mirato. I regolamenti in vigore non prevedono tipologie d’esame alternative. Per questo è necessaria una regolamentazione speciale, da esaminare sotto il profilo dell’opportunità e dell’applicabilità.

Nei futuri regolamenti occorrerà riportare in maniera giuridicamente corretta le opzioni per lo svolgimento degli esami online.

Lo studio indagherà le condizioni quadro giuridiche e la fattibilità tecnica di questa tipologia d’esame come segue:

  • analisi della situazione attuale e di quella ideale nonché delle esigenze degli organi responsabili;
  • perizia giuridica sulla legge sulla formazione professionale;
  • indicazione delle modalità d’esame previste;
  • raccomandazioni per una regolamentazione speciale da porre in vigore con effetto immediato;
  • proposte e criteri per integrare la guida «Elaborazione e revisione di regolamenti degli esami federali»;
  • proposte per l’elaborazione di istruzioni operative destinate agli organi responsabili che spiegano come organizzare gli esami online (requisiti giuridici, amministrativi, tecnici e organizzativi, buone prassi, principali strumenti tecnici disponibili sul mercato);
  • realizzazione di un progetto pilota nelle formazioni professionali superiori di ICT Formazione professionale svizzera;
  • pubblicazione dei risultati, trasferimento delle conoscenze.

Stato del progetto

Il progetto, avviato nel maggio 2020, inizia con un sondaggio presso gli organi responsabili e una perizia giuridica in collaborazione con la SEFRI.