Nuovo coronavirus e la formazione professionale in Svizzera

Nelle ultime settimane, i partner della formazione professionale hanno collaborato per cercare di limitare al minimo l’impatto del nuovo coronavirus sulla formazione professionale, ad esempio permettendo a chi frequenta il tirocinio diportare a termine la formazione entro l’estate. In un prossimo step, il Consiglio federale s’impegnerà per fare in modo che la maggior parte dei giovani trovi un posto di tirocinio entro l’inizio di agosto 2020. Allo stesso tempo, le aziende dovranno essere in grado di assegnare i posti vacanti per coprire il proprio fabbisogno di professionisti qualificati. Questi gli obiettivi della «Task Force Prospettive tirocinio 2020».

Per reagire in modo efficace agli effetti determinati dal coronavirus è necessario portare avanti un’azione coordinata. Il Consiglio federale ha quindi incaricato la SEFRI di istituire la Task force Prospettive tirocinio 2020, che riunisce i Cantoni, i partner sociali e la Confederazione. La task force dovrà osservare l’evolversi della situazione sul mercato dei posti di tirocinio e, in caso di squilibrio, intervenire rapidamente con adeguate misure di stabilizzazione.

Nelle ultime settimane, altri gruppi di lavoro si sono occupati: