profilideirequisiti.ch: strumenti scolastici per prepararsi alla scelta della professione

Il progetto «profilideirequisiti.ch: strumenti scolastici per prepararsi alla scelta della professione» si colloca in una posizione intermedia tra i profili dei requisiti – uno strumento che aiuta gli studenti a valutare le proprie potenzialità – e le competenze della scuola dell’obbligo. Il progetto prevede compiti specifici da mettere a disposizione a livello nazionale e punta a migliorare la transizione dalla scuola dell’obbligo al livello secondario II.

Per raggiungere l’obiettivo di portare al 95% la percentuale di giovani in possesso di un titolo del livello secondario II, la preparazione alla scelta della professione svolge un ruolo fondamentale. Oltre a impiegare gli strumenti convenzionali (bilancio delle competenze, stage d’orientamento, test attitudinali gratuiti o a pagamento, pagelle scolastiche e colloqui), occorre mettere in relazione i profili dei requisiti con il processo di scelta e di preparazione in vista di una formazione professionale di base.

Organismo responsabile Conferenza svizzera degli uffici della formazione professionale CSFP

Contatti Karin Rüfenacht
Segreteria della CSFP
+41 31 309 51 66
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I profili dei requisiti, presentati nel 2015 dall’Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM), dalla CDPE e dalla SEFRI, sono uno strumento che aiuta i giovani a valutare le proprie competenze. Nel frattempo le organizzazioni del mondo del lavoro (oml) hanno elaborato, nelle tre lingue nazionali, i profili di quasi tutte le 230 professioni disponibili.

All’interno di un progetto comune si definirà e metterà a disposizione a livello nazionale compiti specifici che si collocano a metà strada fra le competenze della scuola dell’obbligo stabilite nei piani di studio e i profili dei requisiti della formazione professionale di base. Per farlo occorre avvalersi delle offerte e dei progetti cantonali già in corso integrandoli laddove necessario.

Scopo del progetto

L’obiettivo del progetto è preparare i studenti in maniera mirata a iniziare una formazione professionale di base con l’ausilio di strumenti scolastici che li aiutino a riconoscere le loro inclinazioni e i loro talenti e a colmare le loro lacune. Per sviluppare questi strumenti occorre nella maggior parte delle professioni specificare le competenze richieste nella prima lingua e in matematica in modo tale da confrontarle con i profili dei requisiti che definiscono le condizioni di accesso a una determinata professione. Inoltre verranno analizzati nell’ambito del progetto gli strumenti attualmente impiegati per mettere in relazione le competenze della scuola dell’obbligo stabilite nei piani di studio regionali con i profili dei requisiti. Gli strumenti già in uso che si saranno rivelati efficaci verranno poi messi a disposizione in tutta la Svizzera nell’ambito del processo di scelta della professione.

Il progetto contribuisce a migliorare la compatibilità tra la scuola dell’obbligo e il livello secondario II ottimizzando la transizione dal percorso scolastico a quello professionale.

Tappe

Il progetto è stato presentato al gruppo di coordinamento «Formazione professionale 2030» e alla Conferenza svizzera dei segretari generali dei dipartimenti cantonali della pubblica educazione (CSSG). Le prossime tappe saranno le seguenti:

In un primo momento si dovrà mettere le griglie di competenza del Canton Berna (in tedesco) a disposizione di tutto il Paese. Visto che la banca dati esiste già, questo processo è relativamente facile e può essere portato a termine in tempi brevi.

In un secondo tempo, le griglie di competenza del Canton Berna dovranno essere disponibili anche in francese e italiano, il che richiederà la modifica del Plan d’études romand e del Piano di studio ticinese.

In terzo luogo si verificherà se anche lo strumento «Mindsteps», ovvero la banca dati dei test attitudinali, potrà essere messo a disposizione su tutto il territorio nazionale. In ogni caso, dato che al momento Mindsteps contiene solo compiti neutrali, sarà necessario dargli un’impostazione orientata alle professioni. Questo strumento potrebbe essere impiegato nel livello secondario II per i ragazzi che dopo l’inizio dell’apprendistato presentano ancora lacune scolastiche.

Nell’ultima fase, il progetto romando «Profils connaissance/compétence» (PCC) dovrà essere messo a disposizione su tutto il territorio nazionale. Questo strumento permetterà infatti di attestare le competenze trasversali (soft skills) degli studenti.

L’intenzione è quella di descrivere queste soft skills anche su profilideirequisiti.ch, cosa che è già accaduta per alcune professioni. Il compito spetta alle organizzazioni del mondo del lavoro.

Ulteriori informazioni

profilideirequisiti.ch

Projektkonzept anforderungsprofile.ch: schulische Instrumente für die Berufswahl und -vorbereitung

Auslegeordnung anforderungsprofile.ch: schulische Instrumente für die Berufswahl und -vorbereitung

Un’iniziativa dei partner per lo sviluppo della formazione professionale